Ambientazioni 3D - Realtà Immersiva - Advepa - New Business Technology
488
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-488,page-child,parent-pageid-121,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode_popup_menu_push_text_top,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Ambientazioni 3D – Realtà Immersiva

L’esplorazione delle infinite possibilità offerte dalla Realtà Immersiva è oggi fondamentale per AdVepa

Vogliamo concentrarci sulle tendenze più nuove in ambito tecnologico, ma in particolare abbiamo scelto di puntare su Realtà Virtuale, Ambientazioni 3D, e Realtà Aumentata.

La realtà si può modificare in diversi modi: ad esempio sostituendo uno scenario reale con un’ambientazione virtuale o tridimensionale, navigabile dall’interno in prima o terza persona. Ma possiamo anche sovrapporre, affiancare o aggiungere elementi digitali ad una scena reale.

La realtà immersiva coinvolge le persone in maniera profonda, immediata e persistente. Infatti in inglese “immersive” significa: capace di catturare totalmente, assorbendo tutta l’attenzione e l’interesse.

IMMERSIVE.

Modellazione 3D e Scripting

VR – REALTA’ VIRTUALE

La realtà virtuale permette di immergersi in un mondo virtuale ma che risulta assolutamente realistico e plausibile ai nostri occhi.

Virtuale significa: non reale, simulato. Questo tipo di realtà immersiva rappresenta quindi la completa simulazione di un ambiente reale o di fantasia ( i videogame).

La realtà virtuale consiste nell’immersione (visiva, tattile, uditiva) dentro un ambiente 3D nel quale muoversi esattamente come se ci si trovasse nel mondo reale.

Oggi ci sono in commercio molte tipologie di visore e altri tipi di hardware che permettono una completa immersione nell’ambiente 3D; seguendo lo spostamento degli occhi o della testa, la prospettiva degli oggetti e delle scene si modella a seconda del punto di vista, cosi da offrire un’esperienza il più possibile realistica.

AR – REALTA’ AUMENTATA

La Augmented Reality (AR) è complementare ma diversa dalla realtà virtuale. Il tipo di immersione nell’ambiente risulta differente, qui siamo nel nostro ambiente reale e abbiamo l’emersione di informazioni relative a ciò che ci circonda, tramite smartphone, tablet, QR code e Markers.

Si tratta di un’interazione in tempo reale che mostra immagini reali con l’aggiunta di contenuti ed animazioni virtuali. I dati multimediali vengono aggiunti alla realtà fisica circostante in forma di numeri, informazioni testuali, notifiche sovrapposte a quello che vediamo, che si azionano quando un marcatore viene attivato inquadrandolo con la videocamera del device.

Immaginate di visitare un museo o una galleria d’arte, guardando con lo smartphone un’opera potete richiamare informazioni legate alle sue caratteristiche e alla sua storia, mentre se guardate una vetrina potete avere sott’occhio le qualità di un abito, le recensioni degli utenti o il costo finale. Possiamo dire che in un certo senso risulta più stimolante della VR ( si pensi ai giochi: Pokemon Go ad esempio). Le applicazioni sono tantissime: oltre al settore industriale la realtà aumentata sarà usata anche nei settori del turismo, dell’educazione, della salute, del sociale e dell’arte.