Coronavirus, l’uso del social media marketing nel turismo

Coronavirus, l’uso del social media marketing nel turismo

turismo-social-media-marketing

TURISMO SOCIAL MEDIA MARKETING – È un momento di crisi per l’economia mondiale a causa della pandemia del Coronavirus. Il turismo , dunque, si affida ai social media marketing per restare in contatto con i propri clienti. Ma non solo. In questa fase gli esperti consigliano di prendersi del tempo per migliorare il proprio brand. Dal restyling del sito web, all’analisi dettagliata di visite e conversioni, per programmare una strategia che poi sarà utile anche nell’immediato futuro.

Turismo e social media marketing, parla l’esperto

“Usare il buonsenso per riprendere l’attività di promozione dei propri servizi”, queste le parole di  Nicola Delvecchio, Hospitality Consultant, riportate da Il Sole 24 Ore. “È una delle strade da seguire, perché i messaggi spesso contrastanti delle prime due settimane dallo scoppio del problema Coronavirus ha generato confusione nei piccoli e grandi operatori, dalle grandi catene ai piccoli B&B fino agli agriturismi, e in alcuni casi provocato operazioni di marketing forzate e discutibili. Questo è il momento di mantenere e consolidare la relazione con i clienti, aggiornare i database e le mailing list, motivare staff e collaboratori e fare storytelling della propria struttura in modo trasparente. Il tutto per preparare il ritorno alla normalità”.

Restyling sito Web: è il momento di farsi trovare pronti

Una buona strategia di social media marketing è fondamentale per tenere a galla il mondo del turismo. Lo sa bene anche Andrea Lisi, fondatore di Copy Persuasivo, agenzia italiana specializzata in copywriting. Partendo da un restyling completo del proprio sito web, fino ad una serie di attività da migliorare e sviluppare, come l’analisi delle prestazioni o la propria struttura multimediale. “Il numero di visualizzazioni registrate, il tasso di conversione fra visite e prenotazioni, le modalità di interazione con il sito stesso e la sua usabilità sono tutti elementi utili. Per capire se le fondamenta della propria attività digitale è adeguata oppure poco efficace, se la comunicazione valorizza il servizio offerto oppure se la presenza di contenuti troppo autoreferenziali possono ottenere l’effetto opposto”.

I social media e lo storytelling: mai dimenticarsene

Sempre secondo Andrea Lisi, ci sono altre buone pratiche da seguire. “È necessario continuare ad essere presenti sui social con una buona strategia di storytelling. Così da mantenere attiva la propria community ed attirare l’attenzione di altri utenti che un domani, a crisi finita, potrebbero ricordarsi di noi. Un buon escamotage per mantenere viva l’attenzione in rete è la tecnica del cliffhanger. Ovvero, uno stile narrativo molto usato nelle serie Tv o nelle saghe dei film. Consiste nel creare post collegati tra loro, in cui in ognuno si anticipa in qualche modo il contenuto del prossimo, creando suspence e interesse. In questo modo, abituiamo gli utenti a seguirci”.

Le conoscenze linguistiche nel mondo del turismo legato al social media marketing

Continua Lisi. “La conoscenza di più lingue straniere è indispensabile per accogliere nel modo migliore i turisti da ogni parte del mondo. Quando ci troviamo in un paese straniero, trovare qualcuno che parli la nostra lingua è confortante”. Un’azienda che opera nel settore turistico, dunque, dovrà approfittare “di questa inattività forzata per migliorare la conoscenza delle lingue straniere e, magari, impararne di nuove, così da essere maggiormente appetibili anche per altri mercati. Parlare inglese è una conditio sine qua non per il settore, ma sarebbe auspicabile la conoscenza anche di almeno un’altra lingua, meglio se altre due”. Ormai, infatti, esistono moltissimi corsi online anche gratuiti e il settore del turismo può sfruttare questo “stare a casa” per approfondire nuove lingue. L’obiettivo, dunque, è studiare per migliorarsi, per “accogliere in modo migliore turisti da ogni parte del mondo”.

Turismo e social media marketing, le linee guida

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}